VIDEO – COMPENDIO CATECHISMO

Share This:

LA SUA FIGURA – VOCE DI GIUNI RUSSO

PAROLE ISPIRATE AI TESTI DI SAN GIOVANNI DELLA CROCE

>

Share This:

UN BIMBO DI NOME EINSTEIN

Si Deus est unde malum? Et si non est, unde bonum?
Se Dio esiste, da dove viene il male?
Questo breve filmato invita a riflettere sull’antica questione trattata dalla teodicea.
L’acuta risposta al problema viene da un bambino, un piccolo genio di nome Albert Einstein. Il filmato infatti ripropone ciò che la storia attribuisce al grande fisico.

Share This:

OMAGGIO A GIOVANNI PAOLO II

Share This:

STORIA DEL PENSIERO, DELLA MORALE, DELLA FEDE

Pubblichiamo qui a seguito la registrazione video dell’incontro tenutosi a Codena (MS) il 05/03/2009.
In modo semplice e scorrevole, per quanto inevitabilmente non esaustivo, vengono percorsi 2000 anni di storia cristiana, nel tentativo di tracciare il sottile filo rosso che ci porta alla nostra quotidianità.
Il tentativo è stato quello di proporre la storia del pensiero non come un discorso astratto e accademico, ma come manifesta e necessaria premessa alla comprensione della morale, della società, dei costumi e dell’esistenza personale di ciascuno.

1/7

2/7

3/7

4/7

5/7

6/7

7/7

Share This:

TRA VERITA’ E TOLLERANZA

Breve intervista riguardante l’impossibile conciliazione tra verità ed errore e quindi la conseguente assurdità di tollerare l’errore in vista della carità dovuta all’errante.
Singolar cosa è il vedere introdotta nella Filosofia la riverenza allo spirito umano (ed è la sola riverenza che conoscono costoro), come se questo o alcun altro simile sentimento potesse valere assai nel decidere questioni di verità e di falsità”. Solo la verità è “l’onore dello spirito umano, non perché egli la formi ma perché ne è informato” e ciò contro quanti “s’immaginano che lo spirito umano meriti un onore per se stesso, indipendentemente dalla partecipazione della verità, e sembra che onorino questa come una creatura di quello, alla stessa maniera dell’errore, che certamente è una creatura, una pura creatura del medesimo” (Antonio Rosmini).

Share This: